Legambiente Sila - Protezione Civile

Storia


 Legambiente Protezione Civile

16 anni nel campo della Protezione Civile 

 

Legambiente è la prima ed unica associazione ambientalista nazionale che si è dotata di una struttura di Protezione Civile. Dal 1997 è intervenuta con i suoi volontari in tutte le grandi calamità naturali che hanno colpito il paese, portando una solidarietà concreta e tempestiva, acquisendo tra l'altro specializzazioni uniche riconosciute in ambito italiano e mondiale, quali la salvaguardia del patrimonio culturale in caso di emergenza e la pulizia delle coste in caso di spiaggiamento di petrolio.

 

Nel 2009 oltre 1000 volontari di Legambiente hanno portato soccorso tempestivo e concreto alla popolazione abbruzzese colpita dal sisma, contribuendo in modo determinante alla salvaguardia del patrimonio culturale, mettendo in sicurezza oltre 5000 opere d'arte e più di 247.000 volumi pregiati dagli archivi e dalle biblioteche de L'Aquila. Oltre alla solidarietà in caso di calamità emergenza abbiamo sempre considerato centrale nel nostro agire le attività di prevenzione dai rischi naturali. In questo quadro dal 2003 realizziamo importanti campagne in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile: Operazione Fiumi, sul dissesto idrogeologico, Non scherzate col Fuoco sugli incendi boschivi, e l'Arte Salvata sulla tutela del patrimonio culturale dai rischi naturali. Iniziative che anno dopo anno riscontrano un sempre maggiore successo, non solo mediatico, ma soprattutto di partecipazione dei cittadini, di attento monitoraggio e denuncia delle situazioni più critiche, di stimolo alle amministrazione a fare di più e meglio. Con i dossier Ecosistema Rischio ed Ecosistema Incendi fotografiamo lo stato della sicurezza dei nostri boschi e dei nostri fiumi trovando e analizzando dati che sono a tutt'oggi la fonte di informazione più attendibile e aggiornata su questi temi.

Su tutto il territorio nazionale sviluppiamo in collaborazione con numerose Istituzioni ed Enti locali corsi di formazione sulle tematiche della protezione civile aperti ai nostri volontari, alle altre piccole e grandi associazioni di protezione civile nonché al personale di Comuni, Province, Regioni e Soprintendenze. Legambiente fa parte della Consulta Nazionale del volontariato di protezione civile, collaborando con le altre associazioni per stimolare un corretto sviluppo del sistema di protezione civile.



Chi è il settore di Protezione Civile di Legambiente Sila

10 anni di Protezione Civile

 

Il Settore Protezione Civile di Legambiente Sila, iscritto regolarmente al Registro Regionale del Volontariato, sezione specifica di Protezione Civile, al n° 2777 del 20/03/2002 – ai sensi della Legge 266/91, Legge Regionale n° 18 del 19/04/95,nasce nel 2003 per intraprendere alcune campagne di Antincendio Boschivo (A.I.B.) da effettuare all'interno del neonato Parco nazionale della Sila.

Il settore costituisce da subito un gruppo di volontari dediti all'avvistamento incendi in alcuni progetti finanziati dal Ministero dell'Ambiente.

Ma quello degli incendi non è il solo argomento di cui si occupa il settore di Protezione Civile di Legambiente Sila. Sin dalla sua nascita i volontari iniziano ad effettuare i primi corsi di formazione e di specializzazione del settore. Da ricordare certamente il Mesimex del 2006 e l'esercitazione internazionale di Protezione Civile svoltosi ad Udine sempre nel 2006, oltre al Corso di formazione di Tiriolo del 2005. Il settore da sempre è impegnato nella logistica e nel supporto alle forze dell'ordine in caso di grandi eventi e di interventi per calamità naturali. Da ricordare è l'intervento a Roma nel 2005 per i funerali di Papa Giovanni Paolo II così come l'intervento durante l'alluvione di Vibo Valentia. In questi primi anni il settore da supporto anche ad eventi sportivi che si registrano sull'altopiano silano, come le varie edizioni di alcune tappe del "Criterium Interappenninico" organizzato dallo Sci Club Montenero, e di recente le manifestazioni legati alle sleedog denominate "Dogs on the snow".

Nel 2009 il settore di Protezione Civile è impegnato per ben 15 giorni a dare supporto alla popolazione de L'Aquila in seguito al tragico terremoto che colpì la regione Abruzzo. Per questo intervento furono impiegati ben 15 volontari. Negli anni più recenti da segnalare il progetto di Servizio di Vigilanza Ambientale (S.V.A.) del 2008, e l'impegno nelle campagne A.I.B. nel triennio 2009-2011, oltre a interventi in campo logistico come quelli effettuati in soccorso della popolazione di Campana (Cs) colpita da abbondanti nevicate nel febbraio del 2012.