"Nuovi Orizzonti", i ragazzi incantati dalle bellezze di Lorica e del lago Arvo


Incanto e meraviglia, può racchiudersi in questi due semplici aggettivi la giornata dei ragazzi diversamente abili del Progetto Nuovi Orizzonti a Lorica, con le bellezze e i colori del Lago Arvo, conditi dal fresco della Sila Grande, a fare da contraltare alla seconda escursione organizzata dall’A.di.Fa (Associazione Disabilità Familiari). Nuovi Orizzonti, è un progetto dell’A.di.Fa realizzato con fondi protocollo d’intesa, fondazioni bancarie e volontariato in collaborazione con il Comune di San Giovanni in Fiore, la Croce Verde Silana, il Circolo Legambiente Sila, la Cooperativa Socialnet, l’Associazione Social Work onlus e l’Associazione Un sorriso per gli emigrati. Il team di Nuovi Orizzonti è partito in mattinata alla volta di Lorica, organizzato sapientemente dai volontari del Circolo Legambiente Sila, con i pullman dei ragazzi a seguire in fila, lungo la Ss 106 bis, auto private e l’ambulanza della Croce Verde Silana a chiudere lo schieramento. Si canta e c’è euforia tra i ragazzi diversamente abili, mentre i pullmini percorrono la striscia di asfalto consumato, che conduce alla “perla della Sila”. Sul lungo lago la fermata, con Santo che è già pronto a “macinare” il sentiero che costeggia lo splendido lago Arvo, prima di giungere alla sede amministrativa dell’Ente Parco Nazionale della Sila. Un sentiero “semplice”, dove i ragazzi hanno potuto ammirare il verde “sfurmarsi” nel blu del lago, tra fragoline di bosco, prima della sorpresa di potersi gustare dalla staccionata una spiaggia, con la presenza di sua “maestà” il Pino Laricio, che “certifica” il trovarsi in Sila e non a Cuba! Il tempo passa fulmineo tra gli alti abeti, con la pendenza dell’ultima parte del sentiero che “sgrana” il gruppo di Nuovi Orizzonti, prima della visione nella sala didattica “Dr. Antonio Garcea” di un filmato sul Parco Nazionale e la consegna delle brochure e dei  gadget. L’escursione sta per terminare, ma non prima di un buon panino e salsiccia sotto gli abeti del lungo-lago. Si torna a casa con il sorriso di Elisa che racchiude in sé la felicità di una giornata indimenticabile.