La mappa della Primavera 2007

Una mappa delle fioriture nelle aree protette italiane: ?uesto l'obiettivo della {{ {MAPPA DELLA PRIMAVERA} }}, supportato e patrocinato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e realizzato da Federparchi, Legambiente e Coldiretti. Lo scopo ?i ricavare informazioni utili sulle variazioni delle condizioni climatiche attraverso il monitoraggio delle fioriture di alcune specie vegetali caratteristiche del paesaggio italiano. Data la stretta relazione esistente tra il clima e la fioritura, la mappa della primavera rappresenta un test interessante per comprendere meglio le evidenti anomalie climatiche registrate negli ultimi anni ed i loro effetti sulle piante. La Mappa della Primavera, viene proposta oggi in un momento in cui ?redominante la consapevolezza di un'emergenza globale dovuta agli effetti provocati dal cambiamento di clima. Il nostro Paese ?no dei pi esposti ai rischi che questi cambiamenti possono provocare, e molti di questi effetti ricadranno sul nostro patrimonio di biodiversit?che ?no dei pi ricchi al mondo. ?chiaro quindi come sia necessario realizzare iniziative che possano aiutare a capire meglio questi fenomeni. Il progetto inoltre, si pone anche l'obiettivo di sottolineare l'importanza che svolge nella conservazione della biodiversit?a Rete Natura 2000, la pi grande strategia europea di conservazione della natura. Le aree dove saranno monitorate le fioriture sono state scelte in modo da comprendere le tre regioni biogeografiche presenti nel nostro Paese, cos?ome avviene per i SIC e le ZPS, inoltre le aree scelte per la rilevazione saranno individuate all'interno di Parchi nazionali, parchi regionali e riserve naturali regionali che contengono o coincidono con SIC e ZPS. {{ {{La Mappa della Primavera: un'iniziativa per Countdown 2010 }} }} L'obiettivo del progetto ?i capire meglio quali effetti possono avere i cambiamenti climatici in atto sulla biodiversit?A questo proposito l'Ufficio europeo della IUCN (The World Conservation Union) ha fatto rientrare La Mappa della Primavera all'interno di Countdown 2010, l'iniziativa con la quale si richiede a tutti i governi europei, alle organizzazioni governative e non, ai privati, agli istituti di ricerca, di intraprendere delle iniziative che permettano di arrestare, entro il 2010, il declino di biodiversit?n atto. Le aree naturali protette nelle quali saranno effettuati monitoraggi sono le seguenti: * Regione Biogeografica Alpina o Parco nazionale dello Stelvio o Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga o Parco naturale dell'Adamello Brenta o Parco regionale Dolomiti Friulane o Parco regionale Orsiera Rocciavr? o Riserva naturale Monte Genzana Alto Gizio * Regione Biogeografica Continentale o Parco nazionale delle Foreste Casentinesi o Parco nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano o Parco regionale della Valle del Ticino Lombardo o Parco regionale Delta Po o Parco naturale del Conero * Regione Biogeografica Mediterranea o Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano o Parco nazionale del Vesuvio o Parco nazionale delle Cinque Terre o {{ {Parco nazionale della Sila} }} o Parco regionale dei Nebrodi o Parco regionale delle Chiese rupestri del Materano o Parco regionale di Gallipoli Cognato e Piccole Dolomiti Lucane o Parco regionale della Maremma o Parco regionale di Migliarino San Rossore o Riserva naturale di Monte Mario Le specie che saranno rilevate per tutto il periodo della loro fioritura sono le seguenti: * Quercus ilex (Leccio) * Pinus pinea (Pino domestico) * Myrtus communis (Mirto) * Erica arborea (Erica) * Spartium junceum (Ginestra) * Laurus nobilis (Alloro) * Cercis siliquastrum (Albero di Giuda) * Laburnum anagyroides (Maggiociondolo) * Prunus spinosa (Pruno selvatico) * Fagus sylvatica (Faggio) * Picea excelsa (Abete rosso) * Sambucus nigra (Sambuco) * Olea europea (Olivo) * Castanea sativa (Castagno) * Malus sylvestris (Melo) * Prunus avium (Ciliegio) * Prunus domestica (Pruno) * Prunus persica (Pesco)